Museo di Roma

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > Mostre > Rhome
12/02 - 30/03/2014

Rhome

Sguardi e memorie migranti
Sale espositive del piano terreno
Tipologia: Fotografia

Questa mostra fotografica è il punto di arrivo di un progetto di ricerca, frutto della collaborazione tra il Museo di Roma, l’associazione “èarrivatoGodot”, il CNR e Officine Fotografiche Roma. Rhome parte da una riflessione sull’identità del Museo di Roma per arrivare a tratteggiare un profilo del legame esistente tra la città e i suoi migranti.

L’elemento ispiratore e caratterizzante del Museo di Roma è stato fin dagli inizi il sentimento della memoria dei luoghi della città. Nasce infatti nei primi decenni del Novecento per il desiderio, diffuso e condiviso, di fissare il ricordo dei luoghi di Roma ormai scomparsi o in via di trasformazione per effetto dei primi piani regolatori e degli interventi di epoca fascista.

In linea con il tema originario della memoria della città, il Museo ha voluto prestare ascolto e dare voce anche ai nuovi cittadini di Roma: i migranti provenienti da tutto il mondo, che fanno parte oggi del tessuto strutturale della Capitale e del resto del Paese.

In particolare, il progetto Rhome si è interrogato sulle emozioni dei cittadini migranti nei confronti di Roma e sulla loro memoria dei luoghi.
Nel lavoro sono state coinvolte 34 persone, appartenenti sia alle 14 comunità straniere più numerose a Roma sia ad altri Paesi. Le ragioni del loro trasferimento sono le più varie, così come molto diversificate sono le loro età, culture, fasce sociali, occupazioni.

Tutte abitano a Roma, da più o meno tempo. E a tutte, al termine di una lunga intervista sul proprio rapporto con la città, è stata posta la domanda:
“Qual è un luogo di Roma che non dimenticherai mai, un luogo che porteresti sempre con te, anche se tornassi nel tuo Paese d’origine o andassi a vivere in un altro posto?”

A ciascuno è stato chiesto di esprimere e affidare il proprio ricordo non soltanto alle parole ma anche a un’immagine fotografica.

12 fotografi, allievi e insegnanti dell’Associazione Officine Fotografiche Roma, hanno accompagnato ciascun migrante in questo percorso stimolante e impegnativo.
Insieme, hanno intessuto un dialogo mirato a comprendere in profondità le ragioni della scelta del luogo, ragionando sulla costruzione dell’immagine, l’inquadratura più adatta ad esprimere la visione personale di ogni singolo partecipante. Ogni fotografo si è reso così “occhio” del partner, lasciandogli la regia dell’immagine.
Nella stessa ambientazione, i fotografi hanno realizzato il ritratto dei migranti.

34 migranti, 12 fotografi
un viaggio emozionale nella memoria dei luoghi
la città
una rilettura contemporanea nel segno del dialogo tra le culture
il museo
spazio comune della città, istituzione sensibile, promotrice di una cittadinanza inclusiva

Curatore/i
Claudia Pecoraro

Informazioni

Luogo
Museo di Roma, Sale espositive del piano terreno
Orario

Da Martedì a Domenica ore 10.00-20.00
Lunedi chiuso
La biglietteria chiude alle 19.00

Biglietto d'ingresso

Gratuita

Per visitare la mostra quindi, non è necessario acquistare il biglietto di ingresso al museo.

Ingresso ordinario al Museo di Roma (quando non ci sono mostre che prevedono il pagamento di un supplemento):
Intero € 8,50; Ridotto € 6,50

Per i cittadini residenti nel territorio del Comune di Roma (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
Intero € 7,50; Ridotto € 5,50

Biglietto cumulativo Braschi + Barracco
Intero € 11,00; Ridotto € 9,00

Per i cittadini residenti nel territorio del Comune di Roma (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
Intero € 10,00; Ridotto € 8,00

Sabato 8 marzo 2014: l’Arte festeggia le donne. Per tutte l'ingresso gratuito nei Musei Civici della Capitale

Gratuito
Informazioni

0039 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00

Organizzazione

Promotori:
Roma Capitale  - Assessorato alla Cultura, creatività e promozione artistica, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali,Consiglio Nazionale delle Ricerche, Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale, Associazione Culturale “èarrivatoGodot”, Officine Fotografiche

Con il riconoscimento di:
UNAR Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali - Presidenza del Consiglio dei Ministri

Con il patrocinio morale di:
Ambasciata Britannica
Ambasciata del Brasile
Ambasciata del Cile
Ambasciata delle Filippine
Ambasciata di Francia
Ambasciata dell’India
Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Afghanistan
Ambasciata della Repubblica Moldava
Ambasciata degli Stati Uniti d’America
Ambasciata delle Stato di Eritrea
Associazione Centro Astalli
Associazione Cittadini del Mondo
Caritas Roma
CIR Consiglio Italiano per i Rifugiati
CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche
Fondazione ISMU - Patrimonio e Intercultura

Con il sostegno di:
CNR, Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale
CNR, Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee
CNR, Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali

Con la collaborazione di

Acea
Banche Tesoriere di Roma Capitale: BNL - Gruppo BNP Paribas, UniCredit Banca di Roma, Monte dei Paschi di Siena
Vodafone

Con il contributo tecnico di

Atac
La Repubblica

Organizzazione e servizi museali:
Zètema Progetto Cultura

Sala stampa

application/pdf Invito stampa (72,24 kB)
application/pdf Comunicato stampa (164,53 kB)
application/pdf Glossario (83,01 kB)
application/pdf Dati (195,58 kB)

torna al menu di accesso facilitato.