Taddeo Barberini

Taddeo Barberini
Autore: 

Bernardino Cametti (Roma 1669 circa – 1736)

Tipologia : 
Scultura
Anno: 
1704 circa
Materia e tecnica: 
modello in terracotta
Dimensioni: 
h 95 cm
Inventario: 
MR 1096

L’espressione del volto suggerisce il carattere autoritario di Taddeo Barberini, eletto prefetto di Roma nel 1631. Insieme ai fratelli cardinali, Francesco e Antonio, beneficiò del nepotismo dello zio Urbano VIII (1623-1644), dominando la scena politica e culturale di Roma. Caduti in disgrazia con l’elezione di Innocenzo X Pamphilj (1644-1655), i Barberini furono presto riabilitati recuperando prestigio e patrimoni.

Opere della sala

La sala

Piano II - Sala 11 "I volti e le Storie. Ritratto di governo" © Mimmo Frassineti

(sale 10 – 11 – 12 – 13 – 14 – 15)

La galleria di ritratti ospitata negli ambienti del cosiddetto appartamento Braschi, al secondo piano, racconta tante vicende individuali, tasselli di un grande puzzle sulla società romana tra Seicento e Ottocento, in cui agivano consuetudini e pregiudizi, passioni e sentimenti.

Potrebbe interessarti anche