Roma, 1871: il quartiere Alessandrino e il Foro Romano

Roma, 1871: il quartiere Alessandrino e il Foro Romano
Type: 
Scale Mode
Year: 
2017
Material and technique: 
modello ligneo in scala 1:500 legno massello di pero, cornici in bahia, telaio in multistrato e abete base cartografica: Catasto Urbano Pio-Gregoriano (1816-1835) e aggiornamenti al 1871 (ASR, Roma, Archivio di Stato, Presidenza generale del Censo, rioni Campitelli, Monti e Trevi); collegamento con il WebGis Descriptio Romae

Il modello rappresenta il paesaggio composito di una parte della città nell’assetto che aveva raggiunto alla fine del governo pontificio e nel momento del passaggio alle istituzioni dello stato italiano, che avrebbero promosso interventi di forte discontinuità.
Il Foro Romano appare in una fase di transizione: è stato scavato quasi esclusivamente nella parte verso il Campidoglio e mantiene una serie di recinti puntuali intorno ad alcuni monumenti restaurati, in attesa di raggiungere una prima quota unitaria. Il quartiere Alessandrino, intorno agli assi della via Alessandrina e della via Bonella, è ancora intatto.  
Università degli Studi Roma Tre-Dipartimento di Architettura.

Base cartografica:
Catasto Urbano Pio-Gregoriano (1816-1835) e aggiornamenti al 1871 (ASR, Presidenza generale del Censo, rioni Campitelli, Monti e Trevi); collegamento con il WebGis Descriptio Romae.

Masterpieces of the hall

The hall

Piano III - Sala 17  "Demolizioni della Spina dei Borghi" © Mimmo Frassineti

(sale 16-17-18-19) 

Il terzo piano del nuovo allestimento è dedicato alla Roma moderna, a partire dalla proclamazione della città a capitale del Regno d’Italia (1871), con il progetto per la costruzione degli argini del Tevere e il Piano Regolatore del 1883.

You may also be interested in